Le parole per dirlo

In punta di penna

Premio Martinucci 2013

Premio Martinucci 2013

Leggi la Menzione speciale Premio Poesia Pina Martinucci - Edizione 2013


Esito (di Marianna Burlando)
Tempo. Questione di tempo

Ce n'è poco

Meglio poco che niente

Ma è già niente ... tutto scompare, svanisce, svapora

la vita e la storia, Tu che non sai che sarai, che diventerai. Anzi
anzi, più diventerai, più tutto in te
per te
con te
contro te malgrado te oltre te
senza te cambierà

Mai più come prima ... Prima, quando?

Eccolo, il Tempo di nuovo

Corsa contro il tempo

che assurdo ... il tempo lo diamo noi, lo dai tu:
unminutoeterno unannolampo tuttaunavita

Dare tempo al Tempo

e a me chi lo dà? a me perché lo si toglie?
Tempo sottratto

Tempo sottratto davvero?

Tempo fregato

Proprio Tempo fregato?

Di sicuro fuori tempo. Sì, mi sento fuori tempo, fuori dal mio tempo, dal mio ritmo
Non lo controllo, mi sfugge, mi si rivolta

Fermare il tempo. Fermare la storia?

Sì, riavvolgere il tempo per annullarne un pezzo
come se non fosse mai esistito come se ci fosse il tempo di un altro poi.
Eppoi?

E poi qualcosa succede, continua la storia

Mah, continua, non so se continua

forse che finisce per uno, due, tre o dieci e continua per tutti gli altri
meno quell'uno, quei due, tre o dieci mila

Banale questione di numeri o dare i numeri? I numeri fanno la differenza, e che differenza!
Sopra o sotto una tal percentuale può fare la differenza, eccome

Numeri negativi numeri positivi, quasi come i buoni e i cattivi, i più e i meno
Tu dove vuoi stare?

Non posso scegliere, la cornice temporale mica uno se la sceglie:
quando sei nato/quanto vivi/quando traslochi dall'esistente.
Posso però riempirla, come mi gira, di tutti i miei tempi primari,
complementari, scuri foschi e pesti o chiari e iridescenti tanto quanto basta

Sì questo lo puoi fare

Sì, questo lo posso fare,

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Maggio 2014 18:33

Pubblicazioni

Tu sei qui Home