Le parole per dirlo

In punta di penna

Lucio Antonio Rizzo, latinista

La soglia di fuoco

Lucio Antonio Rizzo, latinista

"La soglia di fuoco" di Marianna Burlando (2011) è un romanzo che si legge tutto d’un fiato perché accattivante e coinvolgente, uno sguardo lucido e penetrante su di una realtà economico-sociale sempre più intricata e complessa, che spesso non permette all’uomo di fermarsi a riflettere, di dialogare con la sua coscienza. A volte, tuttavia, è sufficiente uno sguardo, un sentimento per imprimere all’umana esistenza una direzione meno ripetitiva, meno banalmente scontata che costringe l’uomo a interrogarsi a fondo, a dialogare con la propria coscienza, nel tentativo di dare un senso, di offrire una risposta, certo non esaustiva ma comunque plausibile, agli ineliminabili interrogativi esistenziali: la vita, la morte, il valore e il senso dell’umana esistenza. Può o deve esserci un limite, una soglia eticamente invalicabile oltre la quale la libertà, la dignità di un uomo perderebbero il loro profondo significato, sacrificate alle mostruose divinità del presente, alla sete di ricchezza e di potere?

L’autrice delinea e affronta lucidamente la drammatica attualità di tali interrogativi senza ricorrere a disquisizioni contorte e complesse ma servendosi di un intreccio lineare e coinvolgente, di una terminologia pregnante ed efficace, di un ritmo sempre più rapido e incalzante che conduce il lettore verso il finale a sorpresa, un finale che richiama ancora una volta un’attualità sconvolgente e drammatica.

Lucio Antonio Rizzo, latinista

Acquista

Edizione Cartacea Edizione Digitale

Pubblicazioni

Tu sei qui Le Recensioni Lucio Antonio Rizzo, latinista