Le parole per dirlo

In punta di penna

Giuseppe Minonne, scrittore

Una Settimana di Racconti

Giuseppe Minonne, scrittore

Sono soltanto quattro racconti: troppo pochi per delineare un ritratto letterario di un autore; invece, procedendo nella lettura dal primo al secondo e poi al terzo e al quarto, si sente e si vede, dalla feritoia di una torre o dallo spiraglio di una finestra, un orizzonte sempre più largo entro cui si agitano i sentimenti umani con una dinamica a volte torbida a volte limpida, ora folle ora serena.

Ogni racconto è un microcosmo della razza e della società vivente descritto con rapida perspicacia e con singolare acutezza e concisione. Infatti la scrittura è sempre sintetica e aristocratica al tempo stesso, qualità queste che nobilitano avvenimenti e personaggi dei giorni feriali, piccole porzioni della vita umana a cui l'autrice sa dare dignità universale: la vedetta sulla torre, il giovane e la ballerina, la bambina muta alla finestra, gli sciami luminosi sul palcoscenico natalizio.

Tale abilità convive nella Burlando con un innato piacere della narrazione che si svolge eterea, rarefatta. E anche i personaggi e il tempo e i luoghi risultano, durante la lettura, diafani, dai contorni sfumati, ritratti in chiaroscuri suggestivi. Appaiono inafferrabili, astratti; ma, alla fine della lettura, gradatamente prendono corpo, dimensione e colore e si animano di verità trasparenti e di significati profondi.

Pubblicazioni

Tu sei qui Le Recensioni Giuseppe Minonne, scrittore